Dal caldo ai temporali violenti in alcune zone italiane!

12agosto2017

 

Mentre raggiunge il picco la storica ondata di caldo in Italia Centro-Settentrionale, essa allenterà la presa solo a inizio 2^decade anche al Sud, dando il via libera alla tanto agognata rinfrescata.

Il caldo insopportabile, divenuto atroce negli ultimi giorni, lascerà però spazio a fenomeni davvero violenti, secondo i modelli soprattutto nell’area alpina e in alcune zone del Nord Italia.

Nella carta allegata del modello globale GFS, si notano i picchi di accumulo che potrebbero verificarsi entro un range temporale di 144 ore.

GFSOPIT12_240_18forti2017ago

Si notano le possibili infiltrazioni fresche in quota al Nord, le quali con l’abbassamento del flusso atlantico pertubato, sancirebbero la fine dell’ondata di calore in atto a suon di violentissimi temporali.

Il rischio di forti fenomeni è alto, visto anche il grosso carburante accumulato in questi giorni di “follia meteo-climatica“, che sicuramente passeranno alla storia meteorologica italiana per molti anni.

Al Centro-Sud cambierebbe poco in termini di piogge in questo frangente, con scarsa attività da parte dei fronti atlantici di penetrare in pieno Mediterraneo. Al massimo si avrebbero delle locali note di instabilità a macchia di leopardo.

Di veri peggioramenti qui non se ne scorgono nemmeno a lunghissimo termine, continuando il trend secco su molte aree del mezzogiorno d’Italia e delle aree centrali italiane.