METEO MESSINA: qualche breve pioggia e lungo periodo “fresco” in arrivo!

spaghimessina1decsett2017850hpa

 

Conferme circa il deterioramento del tempo anche nelle zone del messinese, anche se con un anticipo rispetto a quello che paventavano i modelli, dove stando alle ultime corse si potrebbero avere domani sera-notte qualche occasionale pioggia.

z12t_002

A differenza di quanto si pensava infatti, la domenica vedrà ampie aperture, con clima che tenderà ad addolcirsi anche sotto il punto di vista termico dopo il picco di domani, sabato 2 Agosto.

Fenomeni molto irregolari e locali, accumuli tra deboli e solo localmente moderati, anche associati a qualche locale manifestazione temporalesca, più probabile dapprima nel settore tirrenico, poi anche in Città e localmente zona sud, specialmente parte alta ionica.

30-778IT

Domani infatti saranno possibili ancora dei picchi di caldo attorno ai 33-35°C in Città e localmente anche di più nel settore tirrenico della Provincia.

Saranno gli ultimi avamposti molto caldi prima di un periodo di “fresco”, da intendere sempre nei confronti del periodo.

in effetti l’andamento termico analizzato e confrontato rispetto alle media del periodo, ci suggeriscono come sia l’afa che le temperature elevate tenderanno per alcuni giorni a lasciare anche il messinese.

Le analisi a 1500 mt di altezza indicano un tracollo termico, anche di quasi 8°C rispetto ai valori di questi giorni, con clima frizzante la sera e al primo mattino e con caldo debole di giorno.

Domani dunque attendiamoci un aumento della copertura nuvolosa, dove tra il tardo pomeriggio e la notte successiva il messinese potrebbe avere qualche locale precipitazione, ma nulla di importante ne da allerta meteo.

Nubifragio in Maremma, danni (foto)

MyApp59a91311d41e27.42023988

Le piogge localmente molto intense come da previsione hanno già toccato alcune zone e in Toscana, in Maremma, si è passati dalla siccità alla furia della pioggia con qualche stazione che ha fatto registrare anche picchi di oltre 100 mm in poco più di un’ora.

1settradar2017

La situazione, a causa del nubifragio, è a tratti molto problematica, si segnalano danni, auto sommerse da oltre 2 mt di acqua, come possiamo vedere in allegato, nei sotto passi che sono divenuti delle trappole per gli automobilisti.

Il fronte temporalesco adesso scivolerà verso Se, interessando Lazio, mentre altri forti temporali interessano il settore di Ne e medio-alto adriatico, in tempo reale sull’ultima immagine del radar nazionale.

Dopo Harvey un altro catastrofico uragano. Irma rischia di far collassare la situazione!

irmafotoharvey

 

La situazione è drammatica in Texas al passaggio dell’uragano Harvey che sta letteralmente mandando in tilt la situazione su Houston, dove si ipotizza che possa essere il più costoso della storia americana (stime parlano come se fosse un Katrina e Sandy messi assieme per danni, con ben 19 miliardi di dollari).

Anche alcune zone chimiche in Texas si sono riversate nell’atmosfera ad Arkema con persone intossicate e ricoverate, con prospettive di possibile disastro ambientale nelle vicinanze di Houston.

Ma la prospettiva è davvero preoccupante, perchè seppur declassato è ora attivo come tempesta, ma continua a produrre inondazioni tali da arrecare ulteriori danni, mentre alcuni meteorologi annunciano che alcune aree di Houston e periferia possano essere inabitabili per settimane, forse pure mesi.

Le autorità meteorologiche intanto stanno attenzionando un altro mostro, l’ uragano Irma, (già arrivato a cat.3 e che sta puntando nelle simulazioni modellistiche le zone vicine ai Caraibi).

Se tale traiettoria fosse rispettata, (in termini di uragani l’imprevedibilità di essa è sempre un rebus fino a poche ore dall’evento), esso potrebbe evolvere in un fortissimo uragano, con prospettive di inondare altre zone e localmente anche alcuni stati americani. (Texas nuovamente in mira anche di questo?)

Lo scopriremo nei prossimi giorni!

Translation in English:

After Harvey another catastrophic hurricane. Irma risks collapsing the situation!

The situation is dramatic in Texas at the time of Hurricane Harvey who is literally turning the situation to Houston, where it is assumed that it may be the most expensive in American history (estimates speak as if Katrina and Sandy were put together for damage, With $ 19 billion).

Even some Texas chemical areas have poured into the Arkema atmosphere with intoxicated and hospitalized people, with prospects of possible environmental disaster near Houston.

But the prospect is really worrisome, though downgraded is now active as a storm, but continues to produce floods that will cause further damage, while some meteorologists announce that some areas of Houston and suburbs may be uninhabitable for weeks, perhaps months.

The weather authorities are also attending another monster, Hurricane Irma, (already arriving at cat.3 and pointing to modeling simulations in areas close to the Caribbean).

If this trajectory were respected, (in terms of hurricanes the unpredictability of it is always a rebus up to a few hours from the event), it could evolve into a fiery hurricane, with prospects of flooding other areas and locally also some US states. (Texas again on targeting this too?)

We’ll find out in the coming days!