Pre frontale caldo “estivo” al Sud, temperature in sensibile e temporaneo aumento!

1617SETT2017CALDO

 

Il Sud avrà un aumento termico di circa 48 ore, apice tra sabato e domenica, a seguire interverrà un sensibile calo termico, anche di oltre 10°C che manderà in Autunno tutta Italia anche sotto l’aspetto termico.

Ma tra sabato e domenica, molte zone estreme meridionali, specie tra Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia avranno temperature pienamente estive, con il classico colpo di caldo tardivo che può sempre manifestarsi in questo mese.

Settembre ha spesso riservato temperature altalenanti, con cali termici repentini, seguiti da altrettanti sbalzi verso l’alto a causa di oscillazioni del getto con scambi meridiani che negli anni 2000 sono divenuti più frequenti.

Questo comporta un’estremizzazione climatica con eccessi in un verso o nell’altro, ma di certo non sarà un anticiclone permanente, dato che la prima irruzione artica fresca della stagione è confermatissima.

Si toccheranno comunque valori di oltre 30°C, spesso anche di circa 35°C nelle zone più interne del Sud, anche se ormai i picchi di caldo di Agosto saranno un lontano ricordo, vista anche la minor durata delle ore di luce solare.

Tra lunedì e martedì infatti, tutta la Penisola sarà preda di un sensibile calo termico, con clima frizzante e in qualche caso anche con valori sotto la media del periodo, specie del Centro-Nord.

Futuro segnato da gocce fredde mediterranee

3decsett2017

La prima irruzione artica è servita, calo termico in tutta Italia anche netto al Centro-Nord, prima di un rialzo temporaneo al Sud e soprattutto estreme aree meridionali tra sabato e domenica, allorquando sarà Estate in Sicilia e Calabria.

A seguire le fiondate artiche tenderanno a conquistare la scena anche qui, anche se con minor incisività rispetto alle altre zone d’Italia, la dove si rinnoveranno anche locali condizioni di instabilità, da inquadrare in tempistica e intensità.

Ma non finirebbe qui, perché il posizionamento dei massimi pressori a Nord del Continente, tra Scandinavia e Russia, farebbero si che potrebbero rinnovarsi dei fronti instabili in scorrimento lungo il bordo orientale e meridionale del suddetto anticiclone.

Lungo termine (periodo 3^decade, ultima settimana del mese):

Altre condizioni di instabilità quindi potrebbero nascere da qui alla parte finale di Settembre, nell’ultima settimana del mese, colpendo i nostri mari attorno alla Penisola, come fanno intravedere sia il modello europeo Reading e quello americano GFS.

Intanto l’Autunno incalza, fresco e instabilità ad oltranza, con pause anche lunghe di bel tempo che fanno parte del clima mediterraneo.