Le “Ottobrate”, una routine che avrà come obiettivo l’Italia!

ottobrate2017

 

Ci risiamo, l’Autunno sembrava aver messo da parte i vecchi incubi di una siccità estiva che si protraeva dalla scorsa Primavera in molte Regioni e adesso ci sta riprovando dopo un mese di Settembre che ha messo a segno qualche colpo piovoso li dove non pioveva da mesi.

Certamente va detto che le pause fisiologiche ci sono sempre state e non è una novità che ci stia un periodo governato dalle classiche “secche”, dove un anticiclone prevale per qualche giorno e richiude i rubinetti nel nostro Paese.

Siamo però di fronte negli ultimi anni a costanti e minacciosi anticicloni che durano a volte settimane e non pochi giorni, in una stagione come l’Autunno che dovrebbe invece far prevalere le piogge e i vari peggioramenti con correnti piovose atlantiche.

L’Atlantico invece è chiuso e le pertubazioni devono aggirare un colossale mostro che pare abbia l’intenzione di far passar indenne buona parte della 1^decade di Ottobre almeno per alcune zone italiane (tirreniche e Centro-Nord e buona parte del Sud).

Solo le estreme zone ioniche sicule e localmente calabre potranno vivere qualche episodio instabile dettato da correnti orientali che, scorrendo lungo il bordo orientale dell’anticiclone, causeranno alcune locali possibilità di piogge.

Ma in media, l’Italia si appresta a vivere le classiche “ottobrate“, quelle giornate secche e governate da alta pressione e bel tempo, ventilazione debole e inquinanti che tenderanno sempre più a inglobare le nostre grandi Città.

Un cambio a lungo termine?

Ipotizzando si potrebbe dire che in base alle analisi a lungo termine, un anticiclone cosi forte potrebbe non sgonfiarsi subito ma dettar legge per qualche giorno, si spera non oltre i 7 giorni.

Le uniche soluzioni dunque avverrebbero tramite le gocce fredde, che potrebbero erodere i geopotenziali in quota dell’hp, indebolendolo alle sue radici, dove praticamente morirebbe di vecchiaia lentamente, aprendo cosi la strada ad alcune fasi instabili entro la 2^decade.

NB.Tali tendenze sono solo a puro scopo probabilistico e non vanno prese come previsioni.

Autore: www.lameteorologia.it

Portale a prevalente contenuto meteorologico, con tendenze a medio e lungo termine, analisi dei modelli fisico matematici e tante altre sezioni. Il contributo verrà elargito grazie alla grande passione di un team composto, sia da appassionati che da professionisti del settore che garantiranno al portale grande professionalità.Il tutto nasce anche per contrastare la sempre più accesa realtà delle fake news in ambito meteorologico, con siti acchiappa clic che non fanno altro che danneggiare questa scienza meravigliosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...