Venti di tempesta e rischio flash flood in Sardegna, mareggiate anche violente su alcune aree del Tirreno!

maltempo23maggio2018

 

Una forte ondata di maltempo si appresta a invadere le zone sarde, in modo particolare la sua parte occidentale e meridionale, con una formazione ciclonica a sud dell’isola tra la giornata di domani sera e quella di mercoledì 2 Maggio.

Venti molto forti dai quadranti meridionali o orientali tenderanno a predisporsi sui settori del basso versante tirrenico e canali delle due isole già a partire dalla tarda serata di domani e raggiungeranno carattere di burrasca entro la mattinata di mercoledì.

Si formerà un minimo molto stretto di bassa pressione a cavallo del canale sardo, dove potremmo scendere anche al di sotto del valore di 996hpa/mb, con conseguente rotazione dei venti che entro la serata del 2 Maggio potranno lambire carattere di fortunale nelle raffiche più forti in mare aperto. (anche oltre i 110 – 120 km/h)

Il gradiente molto elevato si verrà a creare attorno al basso tirreno occidentale, canale di Sardegna, l’area tunisina con venti in rotazione a WNW, mentre un fortissimo libeccio tenderà a soffiare nel canale siculo, mentre forti venti di scirocco tenderanno a inglobare l’area sicula e ionica.

sswh_D_web_50

Ma da annotare soprattutto la quantità di pioggia in Sardegna, dove tra 1 e 2 Maggio potremmo andare incontro a eventi alluvionali, localmente intensi, soprattutto nelle zone meridionali e occidentali.

Altro fattore molto importante il rischio di violente mareggiate nelle zone del basso versante Tirrenico, dapprima su aree occidentali sicule, soprattutto mercoledì sera, con onde che potranno anche superare i 5 mt di altezza, con picchi di run-up di oltre 6 mt.

Esse poi tenderebbero a propagarsi anche alle coste camapane e alto calabre nella mattinata di giovedì 3, prodotte dalla forte burrasca dai quadranti occidentali che avrà interessato le zone citate precedentemente nella serata precedente.

Anche qui si prevedono ondate localmente superiori ai 4-5 mt di altezza con picchi anche superiori, cagionando possibili danni ed erosione nelle aree più vulnerabili.

Autore: www.lameteorologia.it

Portale a prevalente contenuto meteorologico, con tendenze a medio e lungo termine, analisi dei modelli fisico matematici e tante altre sezioni. Il contributo verrà elargito grazie alla grande passione di un team composto, sia da appassionati che da professionisti del settore che garantiranno al portale grande professionalità.Il tutto nasce anche per contrastare la sempre più accesa realtà delle fake news in ambito meteorologico, con siti acchiappa clic che non fanno altro che danneggiare questa scienza meravigliosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...