Aumento delle catastrofi naturali. Tutto scritto nelle profezie bibliche con la “FINE DEL MONDO”!

Il Mondo scientifico si interroga su quali possono essere le cause di ciò che sta affliggendo il nostro Pianeta, con rischi di catastrofi naturali sempre più minacciose e che possono decretare “l’inizio” della fine, la tanto temuta FINE DEL MONDO!

A livello biblico vedremo  solo alcune delle migliaia di profezie già adempiute e altre che si stanno per compiere sotto i nostri occhi, mentre nell’ambito della scienza ancora ci si domanda come sia possibile intervenire per scongiurarle.

Orologio dell’Apocalisse nel Mondo scientifico e le sue affermazioni:

Pensate che i più grandi scienziati hanno spostato le sue lancette da tre a due soli minuti, le cui iniziarono a scorrere dall’orologio dell’apocalisse (Doomsday Clock), nata da un’iniziativa simbolica ideata nel 1947 dagli scienziati del Bulletin of the Atomic Scientists. Essa consiste in un orologio metaforico che misura il pericolo di una ipotetica fine del mondo.

 

 

 

Tralasciando adesso ciò che il Mondo della scienza dice, possiamo soffermarci su alcune date, che in ambito profetico assumono carattere di fondamentale importanza perché tutto è secondo un piano divino.

Tale “orologio” installato virtualmente a fine anni 40′ dal Mondo scientifico segna un periodo incredibilmente profetico a livello biblico, nel quale si ricorda l’inizio della più grande deportazione degli ebrei nella loro terra natia, cioè nello stato di Israele.

Dopo circa due mila anni, da quando furono sparsi in tutto il Mondo, tale popolo fu ricondotto nella loro terra e in azione profetica tutto questo è assolutamente stato annunciato nella Bibbia alla perfezione circa 2500 anni fa.

Questa Scrittura si è avverata il 14 maggio 1948, quando lo stato d’Israele nacque in un giorno!

(Isaia 66:8).«Chi ha mai udito cosa siffatta? Chi ha mai veduto alcunché di simile? Un paese nasce egli in un giorno? Una nazione viene essa alla luce in una volta? Ma Sion, non appena ha sentito le doglie, ha subito partorito i suoi figli»

Ma fa rabbrividire un particolare, la data dell’inizio della storia ebrea che viene ricondotta in modo da rioccupare la sua terra in massa, con la storia recente che è sotto gli occhi di tutti e documentata.

 

Senza troppo addentrarci in migliaia di profezie già adempiute e volendoci soffermare solo all’aspetto del tema in questione, possiamo già vedere come il mondo non cristiano, quello scientifico, predispone una visione apocalittica degli scenari, impiantando un virtuale orologio in concomitanza con quanto avverrà in presenza di tale avvenimento storico.

Cos’è Israele per Dio e cosa dice la Bibbia:

Israele è il popolo scelto da Dio, da dove nacque il cristianesimo, poi sparso tramite i gentili a tutto il Mondo, predicato tra le Nazioni, affinché chi crede nel Salvatore (Gesù Cristo) sarà salvato, scampando a ciò che arriverà sulla Terra.

1 Pietro 2:9 Ma voi siete una stirpe eletta, un regale sacerdozio, una gente santa, un popolo acquistato per Dio, affinché proclamiate le meraviglie di colui che vi ha chiamato dalle tenebre alla sua mirabile luce.

La storia di tale popolo è sempre stata molto altalenante, chiamato “popolo dal collo duro”, dove per circa 2 mila anni è stato disperso tra le Nazioni, dove poi Dio, nella sua infinita misericordia non solo non lo rinnega ma gli da altre possibilità per ravvedersi.

Ma come detto, per motivi ovvi, non potendo citare tutta la storia di tale popolo e tutti gli avvenimenti fin quì accaduti, ci soffermeremo solo ad alcuni punti dell’ambito profetico biblico che è correlato a quanto sta accadendo nel Mondo.

posizione_fig_vol1_003110_002

Israele nella Bibbia è anche visto metaforicamente come il FICO!

Gesù dice di guardare al fico, affinché l’uomo possa iniziare a capire cosa sta per accadere, proprio perché Dio avvisa prima e vuole che le persone possano scampare ad un altro “diluvio” di angoscia e morte, come mai di questa entità il Mondo ha sperimentato in passato.

Come ai tempi di Noè, la gente fu avvisata, prima che la porta dell’arca venisse chiusa, anche oggi Dio, amando infinitamente l’umanità, desidera che si possa ravvedere e credere, prima del suo giudizio.

Metaforicamente, l’arca oggi è la Salvezza in Cristo e il diluvio potrebbe esser visto come la grande tribolazione che spetterà al Mondo e i suoi abitanti che non avranno accettato il suo sacrificio in croce e fatto di Lui il “personale Salvatore e Signore”!

Matteo 24:32 Ora imparate dal fico questa similitudine: quando ormai i suoi rami s’inteneriscono e le fronde germogliano, sapete che l’estate è vicina. 33 Così anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che egli è vicino, anzi alle porte. 34 In verità vi dico che questa generazione non passerà, finché tutte queste cose non siano avvenute. 35 Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno».

Da altre parti la Bibbia ci indica anche un tempo (chiamato ultimi giorni), dove tante cose accadranno e che saranno solo l’inizio di ciò che il Mondo e i suoi abitanti sperimenteranno per la loro scellerata condotta, fuorviante dal volere di Dio.

Col termine “ultimi giorni“, nella Bibbia si definisce il tempo dall’ascesa al cielo di Cristo fino ai nostri giorni. L’ultim’ora profetizzata invece rappresenta il tempo del FICO (Israele) CHE METTE LE FOGLIE!

La rinascita dello Stato di Israele avvenuta in un solo giorno come profetizzato, fa comprendere chiaramente come il Mondo si trovi ad un passo dallo scoccar della “mezzanotte” (fine di questa dispensazione/tempo).

Il 15 Maggio del 1948 Israele compirà il 70°anniversario dalla sua creazione.

La Bibbia ci indica come la nostra generazione, nei tempi che viviamo, abbia una vita media di 70-80 anni.

Salmo 90:10 I giorni dei nostri anni arrivano a settant’anni e per i più forti a ottanta,

La correlazione biblica di quanto sta avvenendo in ambito mondiale, sui vari punti, politici internazionali, ambientali ecc.,  è formidabile, profondamente vera, dove il risultato dell’uomo lontano dal volere di Dio dovrà essere giudicato.

Corruzione estrema degli ultimi tempi
2 Timoteo 3:1 Or sappi questo: che negli ultimi giorni verranno tempi difficili, 2 perché gli uomini saranno amanti di se stessi, avidi di denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, disubbidienti ai genitori, ingrati, scellerati, 3 senza affetto, implacabili, calunniatori, intemperanti, crudeli, senza amore per il bene, 4 traditori, temerari, orgogliosi, amanti dei piaceri invece che amanti di Dio, 5 aventi l’apparenza della pietà, ma avendone rinnegato la potenza; da costoro allontanati

Gesù ci avvisa che in questi ultimi giorni, in questa ultima ora è tempo di cercare il volto di Dio, di riconoscere e seguire Lui, perchè in Lui l’uomo può salvarsi e scampare a ciò che da quì a poco ci sarà sulla Terra.

Giovanni 14:6 Gesù gli disse: «Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.

1 Timoteo 2:5 Vi è infatti un solo Dio, ed anche un solo mediatore tra Dio e gli uomini: Cristo Gesù uomo,

Ma tornado al tema delle profezie bibliche che si stanno per adempiere, tutto è perfettamente incastrato in un quadro divino, con Gerusalemme, lo Stato di Israele che è al e il centro del Mondo, sul quale gira l’ambito profetico e pure apocalittico imminente per il Mondo intero.

Un link dove la storia di Gerusalemme Capitale è biblicamente profetizzata in tutta la Parola di Dio.

https://dmrt.it/notiziario-adi-2017/gerusalemme-dove-la-profezia-biblica-diventa-storia/

Le doglie di parto BIBLICHE

Metafora che indica gli imminenti avvenimenti apocalittici che stanno per esser partoriti, con i primi segnali chiamati PRE-APOCALITTICI (quelli in atto avvenuti o in accadimento), che indicano la soglia quasi limite, prima della tracimazione e conseguente “sciagura” (grande tribolazione di tutto il Mondo).

Matto 24:8 Ma tutte queste cose saranno soltanto l’inizio delle doglie di parto.

Marco 13:8 Infatti si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno; vi saranno terremoti in vari luoghi, carestie ed agitazioni. Queste cose non saranno altro che l’inizio delle doglie di parto.

Luca 21:26 gli uomini verranno meno dalla paura e dall’attesa delle cose che si abbatteranno sul mondo, perché le potenze dei cieli saranno scrollate.

La Bibbia ci ha avvisati, la Parola di Dio avvisa prima, perché vuole appunto salvare l’uomo, che ha l’opportunità di poter scampare alla grande sciagura che colpirà la Terra (chiamata grande tribolazione) grazie a Cristo.

(Per chi vuole approfondire la questione grande tribolazione legga la Bibbia attraverso anche una prima guida in questo link):

https://www.notiziecristiane.com/grande-tribolazione-israele-mondo-nelle-profezie-gesu/

Dal 1900 ad oggi a detta degli scienziati e degli studiosi possiamo notare come il numero dei forti terremoti sia nettamente aumentato, quì un interessante articolo:

https://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/i-terremoti-sono-in-aumento-in-italia-e-nel-mondo–alcune-riflessioni-62731

I grandi terremoti tutti raggruppati e con le forti eruzioni vulcaniche in atto e quelle che seguiranno sono stati perfettamente inquadrati, predetti, proprio in questi “ultimi giorni”, in questi ultimi minuti prima della mezzanotte.

Vi è anche una profezia inerente allo spostamento dell’asse terrestre, avvenuto in uno dei due grandi terremoti degli ultimi anni, a detta sempre degli scienziati e predetta dal profeta Isaia sull’ordine di Dio.

Isaia 13:13 Perciò farò tremare i cieli, e la terra sarà scossa dal suo luogo a causa dell’indignazione dell’Eterno degli eserciti nel giorno della sua ira ardente.

 

 

Ecco solo alcuni cenni profetici di ciò che il Mondo si appresta a vivere, ricordando che parliamo di ambito pre-apocalittico e da non confondere con i segni apocalittici, che saranno destinati agli uomini che non avranno accettato Cristo o rinnegato con l’apostasia.

Alcune situazioni che stiamo vivendo non sono altro che degli avamposti, “molto soft” di quello che accadrà al nostro Pianeta, dove l’ambito profetico biblico avvisa che quasi tutta l’umanità morirà, e ben pochi sopravviveranno per eventi divini – catastrofici che si susseguiranno.

Isaia 13:12 Renderò l’uomo mortale più raro dell’oro fino, l’umanità più rara dell’oro di Ofir.

L’inizio dell’Apocalisse con la grande tribolazione (della durata di sette anni) nel Mondo, dove poi seguirà la giustizia di Cristo

Il giorno dell’Eterno
Amos 5:18 Guai a voi che desiderate il giorno dell’Eterno! Che sarà mai per voi il giorno dell’Eterno? Sarà un giorno di tenebre e non di luce.

Matteo 24:22 E se quei giorni non fossero abbreviati, nessuna carne si salverebbe; ma a motivo degli eletti quei giorni saranno abbreviati.

Apocalisse 5:5 Allora uno degli anziani mi disse: «Non piangere; ecco, il Leone della tribù di Giuda, la Radice di Davide, ha vinto per aprire il libro e sciogliere i suoi sette sigilli».

Apocalisse 5:9 E cantavano un nuovo cantico dicendo: «Tu sei degno di prendere il libro e di aprirne i sigilli, perché sei stato ucciso, e col tuo sangue ci hai comprati a Dio da ogni tribù, lingua, popolo e nazione,

Apocalisse 11:18 Le nazioni si erano adirate, ma è giunta la tua ira ed è arrivato il tempo di giudicare i morti e di dare il premio ai tuoi servi, ai profeti, ai santi e a coloro che temono il tuo nome, piccoli e grandi, e di distruggere quelli che distruggono la terra».

Apocalisse 16:19 La grande città fu divisa in tre parti e le città delle nazioni caddero, e Dio si ricordò di Babilonia la grande, per darle il calice del vino della sua furente ira.

Apocalisse 6:13 e le stelle del cielo caddero sulla terra, come quando il fico scosso da un gran vento lascia cadere i suoi fichi acerbi.

Apocalisse 8:11 Il nome della stella è Assenzio e la terza parte delle acque divenne assenzio; e molti uomini morirono a causa di quelle acque, perché erano diventate amare.

Ecco solo alcuni dei passi che parlano della grande tribolazione, che sarà causa di avvenimenti mondiali catastrofici e che nessuno ha mai sperimentato di così grossa entità. Nessuno può comprendere la portata, dove neanche il peggior triller cinematografico potrà mai lontanamente e minimamente riprodurre.

Ma nonostante questo, Dio ama le sue creature, volendole salvare, con la scelta che ricade sull’uomo, libero di scegliere di seguire Dio o la legge del male, autodistruggendosi!

Apocalisse 1:3 Beato chi legge e beati coloro che ascoltano le parole di questa profezia e serbano le cose che vi sono scritte, perché il tempo è vicino.