Lo SW e il FW tra i più forti mai registrati a distanza di pochi mesi, conseguenze nel lungo termine?

final-warming-atto-finale-stagione-fredda-conseguenze-su-meteo-maggio-58069_1_2.jpg

 

La Natura fa ciò che vuole e a volte rende tutto strabiliante agli occhi di tutti noi meteo appassionati, ma ancor di più per la comunità scientifica che studia l’andamento meteo-climatico da una veste più tecnica.

A distanza di pochissimi mesi abbiamo avuto uno dei più forti se non il più intenso riscaldamento stratosferico SW e il più forte riscaldamento tardivo della storia Final Warming FW.

E se da un lato il tutto è studiato e verrà approfondito dagli esperti, l’altra faccenda riguarderà le possibili ripercussioni di quest’ultimo avvenuto in ritardo di circa una decina di giorni.

La differenza tra i due è principalmente relegata alla collaborazione tra le quote inferiori (la troposfera), quella che a noi interessa e dove avvengono i fenomeni atmosferici per capirci meglio.

Tra fine Dicembre e Gennaio tale accoppiata non ci fu e quindi l’episodio invernale estremo fallì su larga scala, mentre in quello in atto l’accoppiata Stratosfera-Troposfera è stata eseguita.

Ed ecco che molte zone del vecchio Continente stanno sperimentando l’invernata tardiva che ha apportato nevicate su molte zone con un possibile replay entro metà mese sui settori orientali.

Maggio, ultimo mese della stagione primaverile è iniziato con connotati espressamente invernali in  aree del centro-settentrionali del vecchio Continente e da circa 48 ore anche il nostro Paese sta assaporando un ritorno invernale.

Un fatto non raro ma eccezionale, dove nel passato perfino in Giugno si ebbero raffreddate anche notevoli, seppur rappresentano appunto l’eccezione e non la regola, con uno sbalzo termico che in alcune Regioni hanno toccato i 10-12°C se non di più rispetto le medie trentennali.

Adesso questo sconquasso ai piani alti dell’alta atmosfera si ripercuoterà ancora per diversi giorni anche nelle nostre lande, con un sali e scendi termico e con altre occasioni di irruzioni d’aria artica anche se non intense come quest’ultima che ha portato la neve a quote basse per il periodo in molte zone dell’Appennino.

I modelli fisico-matematici individuano un’altra azione meridiana ad opera delle correnti di matrice artica entro metà mese, tra 12 e 14 Maggio, con risvolti principalmente relegati al settore adriatico-balcanico.

Sarà un’altra sortita invernale dunque a continuare un trend molto fresco se non freddo, visto il periodo in essere, che potrebbe apportare ennesime nevicate sui monti a quote definibili “basse” su molte zone balcaniche e magari dell’Appennino centro-meridionale.

ITCZ_january-july

Ma ciò che importa è anche i risvolti che tale situazione potrebbe apportare anche a lungo e lunghissimo termine, condita da altri fattori concatenati, come un dormiente fronte di convergenza intertropicale ITCZ, sotto media.

Anche le anomalie termiche mediterranee, sotto media, potrebbero contribuire a un ritardo stagionale e che comporterebbe un mese di Maggio in media sia termica che pluviometrica su buona parte delle Regioni centro-settentrionali e parte di quelle meridionali.

Non ci stupiremmo se anche il mese in questione finisse senza ondate di caldo rilevanti, con un anticiclone africano che potrebbe avere delle difficoltà a risalire la china in serbo a tale andamento stratosferico.

E l’Estate?

Beh adesso chiedete troppo, ai prossimi aggiornamenti.

Autore: www.lameteorologia.it

Portale a prevalente contenuto meteorologico, con tendenze a medio e lungo termine, analisi dei modelli fisico matematici e tante altre sezioni. Il contributo verrà elargito grazie alla grande passione di un team composto, sia da appassionati che da professionisti del settore che garantiranno al portale grande professionalità.Il tutto nasce anche per contrastare la sempre più accesa realtà delle fake news in ambito meteorologico, con siti acchiappa clic che non fanno altro che danneggiare questa scienza meravigliosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...