METEO MESSINESE: Allerta di secondo grado!

sicilia NE

 

E’ stata emessa un’allerta di secondo livello per il messinese, soprattutto per forti temporali e raffiche di vento, dalla prossima nottata e fin verso l’alba di domani mattina infatti si prevede il passaggio della cosa di una forte pertubazione atlantica.

Tra la tarda notte e domani mattina presto infatti il sistema pertubato in avvicinamento da Ovest, dopo aver interessato la Sicilia occidentale si dirigerà verso il messinese, specie settore tirrenico, Stretto di Messina e con riflessi anche nelle zone ioniche specie dell’alto versante.

Si prevede un notevole rinforzo dell’attività elettrica, delle raffiche di vento che precedono i sistemi temporaleschi, i quali potranno essere organizzati in multicelle (anche con grandine al loro interno, visto lo scontro delle due masse d’aria, una fresca in entrata da WNW e l’altra caldo umida di Ostro/Scirocco che la precede).

La pioggia che cadrebbe sarebbe da attenzionare per la sua quantità abbondante in lassi di tempo ristretto, con possibilità di allagamenti e piene repentine dei corsi d’acqua, dunque attenzione alle ore notturne e all’alba di lunedì.

Si ipotizzano accumuli localmente superiori ai 40-50 mm nel settore tirrenico della Provincia, localmente aree Stretto di Messina, mentre tra 20-30 mm nel settore ionico.

Il tutto però come detto, avverrebbe in lassi di tempo ristretti, anche una quantità di circa 40-50 mm, apparentemente esigua a volte può dare problemi se cade in breve tempo, riempiendo i corsi d’acqua, dunque prestare attenzione!

Piogge intense, arriva la 1^forte pertubazione autunnale della stagione!

italia911sett2017

 

Arriva la prima vera pertubazione autunnale piovosa della stagione, quella che porta piogge molto abbondanti ed estese e non su scala ridotta.

Il responso modellistico, allineato ormai concorde ci suggerisce che tra oggi, sabato 9 Settembre e lunedì prossimo 11, l’Italia verrà interessata da una forte pertubazione in entrata da N/Nw,  che poi evolverà verso levante.

Il tutto andrebbe a costruire le basi per importanti accumuli di pioggia, specie nelle zone centro/meridionali tutte e Sicilia centro-settentrionale, si potrebbero verificare gli accumuli maggiori con elevato rischio di nubifragi localmente anche intensi o violenti.

Alcune zone su aree ristrette sono a rischio alluvioni lampo con allagamenti, con possibili problemi di dissesto idrogeologico.

C’è il rischio anche di grandinate e qualche locale tromba d’aria, visti gli indici visionati riferiti soprattutto alla giornata domenicale e delle prime ore di lunedì al Centro-Sud.

spaghidomlun1011set2017

Il repentino cambio del vento, da meridionale che precede il fronte freddo in entrata da ponente e quello più fresco atlantico avverrà molto repentinamente, sinonimo di fortissimi contrasti e di celle temporalesche anche organizzate i sistemi multicellulari o grossi MCS.

Infine da segnalare il forte calo termico al passaggio del fronte freddo, dove alla quota di 1500 mt circa ci sarà un sensibile aumento nella giornata domenicale, ma questo non farà altro che da carburante ai forti temporali che scalzeranno l’aria calda in modo netto.

ALLERTA MALTEMPO VORTICE ITALICO: Potrebbe essere localmente severo!

ciclonitaliaprimisettembre2017

Gli aggiornamenti serali confermano quanto rammentavo precedentemente negli scorsi aggiornamenti, circa il preludio di un’ondata di maltempo derivata dalla prima vera “tempesta equinoziale” spezza Estate.

Sarà quindi maltempo, localmente anche severo, con rischio nubifragi, trombe d’aria e allagamenti, grazie ai mari caldi il carburante in questo periodo è molto elevato e l’energia è pronta ad esser dissipata a suon di temporali, localmente di severa entità.

E stavolta appare possibile un coinvolgimento di molte zone italiane a strappi, durante il passaggio di vari corpi nuvolosi, con modelli che confermano possibilità di maltempo a più riprese e che andrà seguito nei prossimi giorni con attenzione.

Ci saranno zone dove pioverà molto, altre meno, questo è il clima italiano e anche durante gli eventi di freddo e neve abbiamo a che fare con questo tipo di problema derivato dalla predisposizione geografica nazionale.

La classica “coperta corta”, dove chi verrà preso da grosse quantità di pioggia con rischio di alluvioni lampo, ad altre dove le piogge saranno minori grazie alle correnti poco favorevoli.

Il mare è un fattore che gioca a favore certo, ma la componente delle correnti è fondamentale perchè enfatizza molto di più una zona rispetto ad un’altra, risparmiandola o meno dal grosso del maltempo.

Da Settembre si entra in una fase climatica molto pericolosa e che può durare a volte fino a Novembre, quando i nostri mari lentamente dissipano la loro calda temperatura durante scontri di masse d’aria di diversa origine.

Un fronte atlantico, una goccia fresca in quota che va in cut-off (cioè si isola dal flusso principale divenendo una depressioncina autonoma) nei nostri mari, in questo periodo sono molto pericolose perchè localmente possono apportare delle copiose precipitazioni.

Nei prossimi giorni vedremo dove potrebbe esserci un peggioramento del tempo dai connotati più cattivi, sperando come al solito che non si passi da un estremo all’altro e che si faccia la conta dei danni opposti alla siccità.

Diluvio nel messinese, allagamenti a Messina!

20170716_094635.jpgAnche la Città sta assaporando le sorti del maltempo con i forti temporali, che dal Tirreno hanno sfondato verso l’area dello Stretto.

Si segnalano allagamenti in zona Ganzirri, con picchi pluviometrici tra moderati ed elevati in zona nord.20170716_094605.jpg