METEO SICILIA: locale instabilità nei prossimi giorni!

meteosicilia13ott2017

 

Il tempo sull’isola continua ad essere localmente instabili con possibilità di localizzate piogge, a causa di continui apporti freschi in quota balcanici che interagiscono con aria umida mediterranea.

Sarà la regola anche dei prossimi 2-3 giorni, con azione instabile stavolta che andrà isolandosi soprattutto nelle zone sud-orientali, nella giornata di domani, per poi essere localmente più presente nella giornata successiva.

Nella giornata di domani domenica 1°Ottobre:

Tempo sereno o poco nuvoloso al mattino, aumento delle nubi al pomeriggio con acquazzoni o rovesci possibili tra siracusano e ragusano, ennese.

Nella giornata di lunedì 2 Ottobre:

Tempo inaffidabile un pò ovunque, con maggior possibilità di locali piogge o rovesci specie nelle zone centro-orientali e in tutte le zone interne sicule, soprattutto del versante centro-occidentale e settentrionale nel comparto palermitano. (Il tutto dipenderà da quanto apporto eolico al suolo soffierà dal mar Ionio per poter produrre anche degli eventuali rovesci di tipo marittimo nelle zone ioniche tra basso messinese, catanese e siracusano).

Tendenza successiva per martedì 3 Ottobre:

Ancora residue condizioni di locale instabilità possibile specie ad est, con ulteriori locali brevi acquazzoni o piogge in via di miglioramento, specie tra catanese, ragusano e siracusano.

NB. gli eventuali rovesci o temporali che si svilupperanno nelle zone menzionate, non devono essere considerati come certi, ma sono solo una probabilità in una zona considerata potenzialmente instabile e dove i parametri meteorologici lo consentono.

Capiterà che alcune zone siano saltate e altre nelle vicinanze possibilmente prese dai fenomeni, proprio perchè saranno fenomeni molto circoscritti e di difficile localizzazione. 

Azione fresca balcanica a lungo termine: scenario visto dai modelli!

3decsett2017maltempo

 

Anche oggi giungono importanti conferme dai modelli matematici che elaborano le tendenze a lungo termine, dove sia Reading che l’americano GFS e il canadese GEM vedono una tendenza improntata all’azione fresca balcanica.

Una mossa che si farebbe viva nella parte centro-finale dell’ultima decade di Settembre e che sarà figlia di un posizionamento degli anticicloni nel nord Europa, da dove poi ne nascerebbe una discesa fresca sotto il suo bordo orientale e meridionale.

L’intrusione di correnti da Ne ancora non è chiaro che strada prenderà, se più a nord o più a sud, ma appare evidente che essa qualora centrasse il Mediterraneo centrala, causerebbe la formazione di un vortice depressionario con  tutti i risvolti del caso.

A vedere oggi un’azione depressionaria nei nostri mari sono in particolar modo ECMWF e GEM, i quali propendono per un peggioramento più deciso, in 3 decade, ma il quadro ancora è poco chiaro e bisogna solo inquadrar il tutto a solo scopo di tendenza.

Ci aggiorneremo nelle prossime emissioni.