Tra oggi e domani il caldo record al Nord, temperature ed afa un mix micidiale per la Pianura Padana! Intanto crollano alcuni record assoluti in quota!

2728GIUGNO2019.jpg

 

Ormai siamo giunti alla giornata del 27 Giugno 2019, data che potrebbe essere storica per molte zone, dove in qualche caso si potrebbero registrare record di caldo anche assoluti, perfino superiori alle tremende ondate storiche citate come 1983 o 2003.

Il Nord sarà senza dubbio la zona più colpita, ma farà caldo forte anche al Centro, meno coinvolto il Sud e la Sicilia, ma pur sempre con clima assolutamente estivo e caldo.

Dicevamo dei possibili picchi estremi, oggi infatti a 1500 mt circa  (850hpa), isoterme da record potrebbero alla fine esser registrate nei radiosondaggi, dove per altro si è stabilitò un valore record già come geopotenziale al Nord di sempre con 597dam.

I precedenti maggiori si sono avuti nel 2015 e 1983 rispettivamente con 594.6 e 594.5, mentre il 2003 ebbe un 594.0 dam.

Altro record alla quota di 850hpa (in questo caso 1620 mt) per Linate Milano che con un 24.2°C batte perfino l’Agosto 2003 di 0.2°C di grado.

Zero termico a 4600 mt e temperatura di 13.7°C a 3090 mt, incredibile, con i 500hpa rilevati alla quota di 5980 mt.

I gpt sono superiori ai 588 dam in tutta Italia…

A presto!

Centro Italia area più colpita: Fino a 10 gradi sopra media

spaghilanciano2017agostoterribile

 

Quest’eccezionale ondata di caldo in arrivo batterà tutti i record della storia climatica, almeno per quanto riguarda la quota di 850hpa al centro Italia, in termini di persistenza.

E’ davvero colossale la portata ma soprattutto la sua durata di certe isoterme, sia 500hpa che a 850hpa, quindi a quasi 6000 mt di altezza che a circa 1600 mt.

Prendendo degli spaghi di riferimento per le zone centrali italiane, quelli di Lanciano, si evince che la bolla d’aria dal Sahara sarà di inaudita violenza e di estrema persistenza.

Alla quota di 850hpa arriverebbe, almeno sulla carta, l’isoterma di oltre +27°C, localmente anche una +28°C, con possibili picchi sa record anche al suolo.

 

Disagio da caldo, grado di ALLERTA MASSIMA!

disagioagosto2017

 

Con tale carta si vuole evidenziare tutte le zone interne della Penisola che dal 1° di Agosto in poi, nella massima espressione del caldo, avranno a che fare con un certo disagio, malessere fisico con rischi di colpi di calore.

Le allerte caldo sono evidenziate in media con la colorazione viola per quelle di grado massimo, con rosso invece allerta di grado forte.

Le aree costiere della Penisola invece, dal 1° Agosto ad almeno una settimana dopo, avranno a che fare, la dove i venti proverranno dal mare o a regime di brezza, con afa e caldo insopportabile ma con temperature più contenute.

La dove invece i venti spirassero dalle montagne verso le coste, i valori termici saranno più alti e con umidità decrescente, il classico caldo torrido per intenderci.

Terribile ondata di caldo per i primi di Agosto?

primiagostoinfernogfs002017

 

Il modello statunitense GFS continua con il suo run delle 00 di questa mattina a proporre scenari danteschi in mezza Europa meridionale, compresa Italia soprattutto centro/settentrionale e aree balcaniche.

Una lingua infernale africana torrida si farebbe strada dal Nord Africa con un anticiclone africano più a nord della media, favorito dall’anomalia dell’ITCZ che con la Cella di Hadley è più a nord di latitudine in questo periodo dell’anno.

Il condizionale è d’obbligo, un bel punto interrogativo pure, circa l’avvento di un’ondata di caldo davvero imponente sia come intensità che come estensione, il cui asse al momento è tutto da stabilire.

Certo, fa impressione vedere la costanza di certe mappe ad ogni uscita del modello americano, ma la probabilità che possa esserci una intensa ondata di caldo entro i primi di Agosto è medio/alta, che risulti da record invece siamo ancora attorno a valori bassi di affidabilità.

Se da un lato quindi appare elevata la possibilità che la V ondata di calore possa materializzarsi sotto i nostri occhi in questo trimestre estivo, vediamo cosa cambierebbe invece con un’ondata di caldo eccezionale e fuori dal comune.

Che cosa si intende per record: Un’ondata di caldo da record è considerata (vedi mappe della terribile Estate 2003), una massa d’aria caldissima che ha caratteristiche di persistenza e estensione, nonchè di valori di geopotenziale e temperature nella colonna d’aria, fuori dal comune.

Essa si distingue dalle altre perchè interessa territori vasti di zone del Continente che normalmente hanno valori medi termici del periodo nettamente inferiori a quelli che si riscontrerebbero normalmente.

Se davvero dunque il modello americano nei prossimi giorni confermerà tale tendenza, si corre il rischio che certe zone italiane e europee centro-orientali possano incorrere in temperature estreme, con picchi di caldo eccezionali per queste zone.

spaghibologna

Prendiamo per esempio una Città a caso come Bologna e consideriamo la sua media del periodo, linea rossa in basso, che si attesta attorno al periodo 1981/2010 a circa +15;+17°C a 1500 mt di altezza.

Se fosse confermata l’ondata di calore in quella intensità, potremmo andar anche oltre di 7-8°C e stesso discorso vale per molte zone del nostro Paese e dei vicini Balcani e di aree a nord delle Alpi che si troverebbero difronte a anomalie termiche assurde e eccezionali.

 

 

Grossa ondata di caldo nei primi di Agosto?

agostoiniziobollente2017

 

Le ultime news in merito ad Agosto sono davvero bollenti, almeno per la sua prima decade e stando agli ultimi aggiornamenti del modello americano GFS.

Sono solo tendenze a lungo termine e vanno prese con le pinze, ma da molti run ormai con cadenza giornaliera, nelle sue 4 uscite, almeno 2 risultano impiantate a una sensibile rimonta di alta pressione africana.

La lingua infuocata ancora molto incerta per quanto riguarda la sua traiettoria e intensità sulla Penisola, sarà da monitorare attentamente vista la riproposizione nelle carte con una certa costanza.

C’è da dire che visto l’arco temporale molto ampio che ci separa ancora da questo evento, è possibile che saranno alleviate certe temperature di questa grande calura prospettata da parte del modello americano.

Sarà un inizio Agosto bollente?


Seguiremo queste mosse nei prossimi giorni.

Oltre 40°C in Sicilia tra domenica e lunedì

la+28del23luglio2017

 

L’ondata di caldo che interesserà principalmente il centro/sud, sarà particolarmente forte in Sicilia, dove nelle zone interne si raggiungeranno picchi di oltre 41°C-42°C, stante le isoterme di oltre la +25°C a 1500 mt circa.

Il forte irraggiamento nei massimi dell’anno, associato alla forte ondata di caldo in arrivo con la rovente lingua africana, sarà causa della IV ondata di calore stagionale, con picco tra domenica e lunedì prossimi.

Tra 23 e 24 Luglio dunque, il Sud e le isole soprattutto sperimenteranno afa lungo le coste, caldo torrido secco nelle zone interne con le massime che varcheranno  la soglia dei 40°C all’ombra in molte zone interne.

Calo termico sensibile invece dalla seconda parte di martedì 25 e per alcuni giorni, con la nuova rinfrescata pronta almeno fino agli ultimi giorni di Luglio.