Uragano Irma, potrebbe essere uno spaventoso categoria 5, traiettoria possibile!

9a9e2397-d0c4-4f9f-8bdf-a81ebe59ea80

 

Stiamo seguendo da qualche giorno alcune news provenienti da oltre Oceano, dove è in atto una catastrofica inondazione nell’area texana e nella Città e periferie di una grande Città americana Houston!

Si è tanto parlato di questo uragano che ha sconvolto la zona con accumuli anche oltre il migliaio di litri in pochi giorni in alcune zone, mentre adesso Harvey, declassato a tempesta tropicale sta lentamente esaurendo la sua furia.

ventusky-gust-20170902t1800

Ma il problema nasce da una nuova tempesta, quella che potrebbe sconvolgere nuovamente le coste americane, stavolta con obiettivo un pò diverso, ma pur sempre molto preoccupante dalle ultime analisi del centro americano GFS nel suo ultimo run12z.

Infatti la corsa della forte tempesta, vista arrivare ad approfondirsi a ben 896 hpa, potrebbe colpire un’altra area americana costiera con una potenza che è vista in quest’ultima corsa modellistica di categoria 5, la massima della scala con venti anche vicini ai 300 km/h!

Le possibili traiettorie stimate:

b77e62dc-c6da-4e1d-8c39-a6503385a8f4

Seguiremo dunque anche questa seconda tempesta che potrebbe produrre un forte uragano, che prenderebbe tutta la forza dalle caldissime acquee caraibiche, stimate attorno ai 29-30°C!

Traduzione in inglese:

Hurricane Irma, it could be a scary category 5, possible trajectory!

We are following some news from over the ocean for a few days, where a catastrophic flood is happening in the Texan area and in the city and suburbs of a large American Houston city!

There has been so much talk of this hurricane that has upsetting the area with over a thousand liters of accumulations in a few days in some areas, while Harvey, now downgraded to tropical storms, is slowly exhausting its fury.

But the problem arises from a new storm that could upset America’s shores this time with a somewhat different target, but still very worrying from the latest GFS analysis in its latest run12z.

In fact, the stroke of the strong storm, as it gets to deepen at 896 hpa, could hit another coastal US area with a power that is seen in the latter category 5 racing, the maximum scale with winds even close to 300 km / h!

The possible trajectories estimated:

We will also follow this second storm that could produce a strong hurricane that would take all the strength from the hot Caribbean waters, estimated at around 29-30 ° C!

 

Dopo Harvey un altro catastrofico uragano. Irma rischia di far collassare la situazione!

irmafotoharvey

 

La situazione è drammatica in Texas al passaggio dell’uragano Harvey che sta letteralmente mandando in tilt la situazione su Houston, dove si ipotizza che possa essere il più costoso della storia americana (stime parlano come se fosse un Katrina e Sandy messi assieme per danni, con ben 19 miliardi di dollari).

Anche alcune zone chimiche in Texas si sono riversate nell’atmosfera ad Arkema con persone intossicate e ricoverate, con prospettive di possibile disastro ambientale nelle vicinanze di Houston.

Ma la prospettiva è davvero preoccupante, perchè seppur declassato è ora attivo come tempesta, ma continua a produrre inondazioni tali da arrecare ulteriori danni, mentre alcuni meteorologi annunciano che alcune aree di Houston e periferia possano essere inabitabili per settimane, forse pure mesi.

Le autorità meteorologiche intanto stanno attenzionando un altro mostro, l’ uragano Irma, (già arrivato a cat.3 e che sta puntando nelle simulazioni modellistiche le zone vicine ai Caraibi).

Se tale traiettoria fosse rispettata, (in termini di uragani l’imprevedibilità di essa è sempre un rebus fino a poche ore dall’evento), esso potrebbe evolvere in un fortissimo uragano, con prospettive di inondare altre zone e localmente anche alcuni stati americani. (Texas nuovamente in mira anche di questo?)

Lo scopriremo nei prossimi giorni!

Translation in English:

After Harvey another catastrophic hurricane. Irma risks collapsing the situation!

The situation is dramatic in Texas at the time of Hurricane Harvey who is literally turning the situation to Houston, where it is assumed that it may be the most expensive in American history (estimates speak as if Katrina and Sandy were put together for damage, With $ 19 billion).

Even some Texas chemical areas have poured into the Arkema atmosphere with intoxicated and hospitalized people, with prospects of possible environmental disaster near Houston.

But the prospect is really worrisome, though downgraded is now active as a storm, but continues to produce floods that will cause further damage, while some meteorologists announce that some areas of Houston and suburbs may be uninhabitable for weeks, perhaps months.

The weather authorities are also attending another monster, Hurricane Irma, (already arriving at cat.3 and pointing to modeling simulations in areas close to the Caribbean).

If this trajectory were respected, (in terms of hurricanes the unpredictability of it is always a rebus up to a few hours from the event), it could evolve into a fiery hurricane, with prospects of flooding other areas and locally also some US states. (Texas again on targeting this too?)

We’ll find out in the coming days!

Dalla siccità e caldo estremo alle temibili piogge alluvionali!

pioggedannoseiniziosett2017

 

Alcune zone del nostro Paese potrebbero trovarsi adesso nell’altro rovescio della medaglia, passando per una via opposta, possibilmente anche pericolosa.

E’ vero che si canterà vittoria per un traguardo raggiunto,  quello che porrà fine al caldo estremo con l’arrivo del fresco autunnale, ma a questo potrebbe aggiungersi anche il possibile danno alluvionale arrecato anche e soprattutto a causa dell’uomo.

Se è vero che contro la natura è impossibile resistere, vedi anche Houston che in questi giorni è messa a dura prova dall’uragano Harvey e dove anche la super attrezzata Città texana ha fallito il suo piano di allerta meteo, nel nostro territorio deve esser sommata la mano dolosa di gente che ha sfregiato il nostro territorio questa Estate.

harveyuragano2017

I vasti e numerosi incendi di natura esclusivamente dolosa, non hanno fatto che aumentare il pericolo alluvione alle prime serie piogge autunnali, quelle che molto probabilmente in alcune zone interverranno a inizio mese prossimo dettato dalla mancanza di sostegno nei terreni, arsi, secchi e dove al posto della vegetazione adesso c’è cenere che li rende impermeabili.

Ed infatti alcune aree italiane a inizio Settembre potrebbero sperimentare un pericolo che non deve essere sottovalutato, dato che il nostro territorio sta letteralmente franando in tutti i sensi.

Dalla classe politica che è incompetente (vedi anche il problema sismico da decenni mal gestito, mentre si continua a morire per sismi da 4°Richter), ai cittadini maleducati che sporcano torrenti (creando un effetto tappo al normale defluire delle acquee piovane) e per finire ai delinquenti piromani che in primis non amano se stessi, dato che poi sono i primi che dovranno vivere in un territorio deturpato e pericolante.

Qualcuno potrebbe anche dire, adesso siamo nelle mani di madre Natura, speriamo che non accade nulla, ma il discorso non regge perché siamo noi che abbiamo qualche problema e non il meteo, siamo noi quelli incivili e non il meraviglioso Creato!