Maltempo in arrivo per levantata tra Sicilia e Calabria

italinera45febb2019.jpg

 

Un’azione penetrante in quota da Nord tenderà a ridiscendere verso le zone meridionali del basso Mediterraneo, fino al settore libico, dove entro domani, di risposta, farà si che nasca un insidioso vortice afro-mediterraneo.

A beneficiare di piogge, rovesci e qualche temporale saranno le estreme Regioni meridionali, tra Sicilia e Calabria, specie versanti orientali, dove localmente specie sui rilievi esposti al flusso da levante e grecale si potranno avere picchi vicini se non superiori alle tre cifre.

A partire dalla mattinata di domani tenderà ad aumentare una compatta nuvolosità che dallo Ionio tenderà ad abbordare le nostre zone sicule orientale e della Calabria ionica, con i primi segnali del peggioramento.

Questo si farà strada con particolare veemenza soprattutto nella seconda parte di domani, specie dalla sera e notte a cavallo del 5 martedì, dove avremo piogge, rovesci localmente a carattere di moderata-forte intensità e rischio nubifragi con accumuli localmente abbondanti tra basso messinese, etneo orientale e siracusano.

Nevicate sul comparto etneo sopra i 1300-1400 mt localmente anche abbondanti se la spirale e la linea di convergenza sarà ben attiva come la vedono i vari modelli europei (ukmo-ecmwf).

L’ondata di maltempo si esaurirebbe entro la giornata di martedì, con netto miglioramento dalla sera e giornata successiva, per l’allontanamento del vortice in pieno Ionio.

Venti previsti in rinforzo sul settore ionico in mare aperto, dapprima da levante e nel corso della giornata del 5 rotazione a grecale con rinforzi di burrasca, forza 8 e rischio di un aumento del moto ondoso fino ad agitato (forza 5) con onde di 3 mt circa in arrivo sulle coste ioniche messinesi, anche sui 4 mt per il basso catanese e siracusano.