L’Estate è KO, almeno per ora, mentre all’orizzonte sulle carte compare “l’Autunno” con altri NUBIFRAGI!

violacea

 

E’ un Giugno da record per alcune zone, specie in Sicilia, soprattutto il messinese e la Città di Messina, colpita da ben 4 nubifragi in quattro giorni consecutivi.

Ma adesso toccherà anche alle altre zone, specie interne tutte, con maggior coinvolgimento dell’area interna centro-orientale, dove tra domani e il 21 Giugno sarà un susseguirsi di intensissima attività termo-convettiva.

Ci saranno forti temporali, spesso a carattere di nubifragio e con possibili intense grandinate e rischio anche di qualche colpo di vento dannoso.

L’Estate è per ora KO, non sarà facile vederla nel suo pieno vigore per tutto il mese, anzi, c’è da mettere in preventivo che alcune corse modellistiche propendano per un guasto ancora più intenso.

Il tutto potrebbe subentrare in scena a partire dal 24 sera o al più dal 25 e protrarsi per le due o forse tre giornate successive, dipendendo dall’asse di entrata dell’ennesima goccia d’aria fresca in quota in questo STRAORDINARIO GIUGNO 2018.

Qualora si materializzassero alcune elaborazioni numeriche, specie del modello americano GFS o del canadese GEM, si corre il rischio che alcune aree del Centro-Sud e Sicilia possano vedere piogge simil autunnali.

Si potrebbero avere delle configurazioni particolari ed estreme con la natura che ha voglia ancora di stupire, con la famosa legge della persistenza di certe configurazioni, dettate dal mal posizionamento dell’anticiclone delle Azzorre defilato troppo a Nord e troppo a Ovest.

Infatti sarebbe una spina nel suo fianco orientale a scombinare le tanto amate belle giornate degli italiani, con l’ennesima ferita all’Estate, la quale però sembra mettere la freccia per svoltare la dove non dovrebbe farlo.

L’incidente è assicurato, almeno per Giugno, pur sapendo che alcune pause saranno fisiologiche e non pioverà per tutto il giorno, ma vi è un’alta possibilità che possano rinnovarsi condizioni molto instabili se non addirittura sul filo del pertubato qualora i modelli avessero ragione.

Con questa Estate 2018, cari italiani, è ancora tempo d’attesa e tenete gli ombrell..i a portata di mano, a discapito degli ombrelloni che ancora non potranno esser aperti in via definitiva.

METEO SICILIA: piogge intense domani su alcuni settori, attenzione ai temporali!

Siculamaltempo24sett2017

 

Domani, domenica 24 Settembre, c’è il rischio di locali intensi fenomeni su alcune zone della Sicilia per il passaggio di un corpo nuvoloso che da Ovest andrà a correre verso levante, interessando con il suo carico di piogge alcune aree sicule.

Difficile individuare l’esatta posizione dei carichi precipitativi su aree ristrette, ma in media possiamo dire che sarebbero le zone centro-occidentali interne, centro orientali meridionali ad essere interessate maggiormente.

Come sovente avviene in queste condizioni, le linee convettive che si genereranno favorite dai carichi di umidità in quota, con acqua precipitabile a fondo scala, sono difficili da individuare senza un vero fronte pertubato.

Si tratterà dunque di fenomeni localmente intensi ma che colpiranno solo alcune aree, risparmiandone altre, ma visti i parametri come energia convettiva potenziale che sarà quasi a valori di 3000 J/kg sulle zone più a sud dell’isola, saranno le zone meridionali e isole minori a sud di essa a risentire maggiormente di temporali localmente intensi.

A tali fenomeni temporaleschi va menzionata la possibilità che possano nascere anche delle celle a mesoscala, capaci di apportare severe fasi piovose con elevati rain/rate che possono causare locali allagamenti e ingrossamenti di corsi d’acqua durante le fasi più intense precipitative.

Nord atlantico porta un’intensa pertubazione autunnale: piogge copiose in vista?

autunnopiogge1pertubazioneatlantica2017settembre

 

Il centro di calcolo americano GFS spalanca la porta autunnale piovosa nella sua ultima emissione delle ore 18z, dove arrivano conferme di un netto affondo nel cuore italiano di una corrente fresca ed instabile direttamente dalla Groenlandia.

Adesso il mese di Settembre potrebbe ingranare la quinta marcia portando la prima intensa pertubazione nord atlantica, dispensando le prime estese e copiose piogge spezza siccità in buona parte della Penisola.

Siamo nel range delle 120 ore circa all’inizio dell’impianto, il quale appare sostanzialmente confermato ad iniziare dalle ore serali di sabato 9 Settembre, ma come ben sappiamo in ambito meteorologico il tutto deve esser preso con le pinze.

Il target sarebbe il prossimo week-end, con netto peggioramento al Nord e poi lungo la Penisola entro i due giorni successivi, tra domenica 10 e lunedì 11, con piogge, temporali, venti forti.

In questo periodo dell’anno una simil intrusione nelle caldissime acquee mediterranee, apporterebbe un serio peggioramento piovoso, a carattere temporalesco, il qualche arrecherebbe anche possibili intensi fenomeni a carattere esteso, con tempo stavolta localmente anche pertubato.

L’Italia si troverebbe lungo un canale preferenziale, ne nascerà una situazione potenzialmente anche pericolosa per eventuali nubifragi, ci torneremo, a presto!