Onda calda africana al via, poi a Settembre cenni di cambiamento?

primisett2017forse

La bolla africana sarà dura a morire, col caldo che sarà intenso a tratti su buona parte d’Italia, amplificato anche da condizioni afose la dove i picchi torridi più elevati non si manifesteranno.

Nelle località di mare l’umidità tenderà a crescere, mentre nelle zone interne ci penserò un clima caldo con picchi di umidità minori ma colonnina di mercurio che potrebbe superare localmente picchi di 37-38°C, con qualche punta di 40°C!

Questa situazione praticamente sarà una costante nei prossimi giorni, soprattutto da domenica 27 fin verso il 30-31 Agosto, mentre dal 1° di Settembre molto probabilmente l’ondata calda tenderà a concentrarsi al Centro-Sud lasciando qualche grado di respiro al Nord.

Pur essendo nel campo delle ipotesi per i primi di Settembre, va detto che qualche accenno a cambiamento potrebbe intercorrere con l’unica possibile via, quella lasciata aperta ad Ovest.

La goccia fresca in quota responsabile di questa imminente fase calda o molto calda, col passare dei giorni dall’area Spagnola potrebbe avanzare lentamente verso levante, provando quanto meno a minare il grosso anticiclone africano presente nelle nostre lande.

Se ci riuscisse, come alcuni run del modello americano GFS fanno intendere, allora potremmo finalmente scrivere di un primo accenno di cambiamento del tempo.

Certamente ancora è molto prematuro solo poter capire cosa farà questa eventuale goccia fresca in quota, la sua eventuale traiettoria e se l’anticiclone africano mollerà in parte la presa.

Sarà una dura lotta tra queste due figure bariche, anche se molto probabilmente ancora una volta, la presenza della rocca forte africana in area mediterranea italica avrà maggiore chance di prevalere, quanto meno al Sud della Penisola.

Ci aggiorneremo nei prossimi giorni.